venerdì 31 marzo 2017

Osp Winter Cup Vol. 3





OSP Winter Cup Vol. 3






Ed eccoci qua per la terza carrellata dei titoli giocati nella OSP Winter cup. L'ultima serie ludica che vi presentiamo ci ha portato ad essere nani che arredano antri, e fino a qui niente di strano, ma anche coltivano, allevano e si riproducono (i nani per me vengono creati modellando la terra e non ce li vedo a fare... insomma...quelle cose li); velocissimi conquistatori di regioni e nazioni; colonialisti senza scrupoli di belle isole caraibiche; forsennati scavatori di pianeti; gestori di lunghe tratte ferroviarie e creatori di meraviglie di un lontano passato. Tutto questo, ovviamente, comodamente seduti ai nostri tavoli. Rinnovo i miei complimenti a Dinin (ora basta però eh!) per aver vinto la prima OSP cup, adesso sotto con la seconda coppa.
Di seguito, come nei due precedenti articoli, troverete in ordine di apparizione gli ultimi giochi che hanno caratterizzato la OSP Winter Cup e le nostre insindacabili impressioni.

Super Motherload




Vincitore: Dinin




Anno di pubblicazione: 2015
Giocatori: 2-4
Tempo medio a partita: 60/90 minuti
Categoria: Fantascienza, spazio, strategico
Meccaniche: Deck building, piazzamento tessere, gestione risorse
Dipendenza dalla lingua: nessun testo nel gioco
Consigliato a: chi ama un gioco originale dalla grafica molto ben curata, la fantascienza e la strategia.

Considerazioni OSP

Red Pro: la grafica spacca, ottimo il deck building. Contro: non bilanciati i poteri delle varie fazioni. Voto: 6,5 Teggen Toppa Gurren Lagan.
Elyon Pro: ambientazione e grafica molto carina. L'unico gioco che mi fa apprezzare un minimo il deckbuilding e poi dai, puoi far esplodere le cose! Contro: niente di particolare Voto: 8,5
Dinin Pro: regole semplici e molto bello graficamente, strizza un occhio ai videogiocatori Contro: difficile fare una pianificazione fra più turni, soprattutto con 4 giocatori Voto: 8,5

 Otto minuti per un impero




Vincitore: Red





Anno di pubblicazione: 2014
Giocatori: 2-5
Tempo medio a partita: 15 minuti

Categoria: guerra, conquista.

Meccaniche: maggioranze, collezione set

Dipendenza dalla lingua: nessun testo in gioco

Consigliato a: chi ama i giochi veloci e non troppo complessi. A chi cerca un rapido filler per scaldarsi nelle serate di gioco con gli amici.



Considerazioni OSP

Red Pro: Veloce, semplice, rigiocabile, ottimo filler. Contro: per i più scafati non eccessivamente complesso, bisogna conoscere le carte. Voto: 7 anche meno di 8 se giochi con Red.
Schamil Pro: l'estrema brevità delle partite. Contro: non mi piace l'ammucchiata delle pedine a centro della miniplancia e il fatto che alla fine tutto si decida nelle ultime due mosse. Voto: 6
Elyon Pro: grafica e tascabilità Contro: troppo breve, ma quando inizi a studiare un modo e reagire agli avversari la partita è già finita, lasciandoti la sensazione che il gioco sia mutilato in qualche sua parte Voto: 6
Dinin Pro: gioco di piazzamento veloce e per tutti Contro: titolo un po' fuorviante "mezzoretta per un impero più spiegazioni" suonava male Voto: 6,5

Caverna: il popolo delle montagne



Vincitore: Dinin





Anno di pubblicazione: 2013
Giocatori: 1-7
Tempo medio a partita: 40/200 minuti
Categoria: animali, fattoria, economia, fantastico, gestionale.
Meccaniche: piazzamento lavoratori, piazzamento tessere.
Dipendenza dalla lingua: qualche parola in gioco
Consigliato a: chi ha voglia di cimentarsi in un grandissimo gioco gestionale, a chi ama la programmazione delle azioni e a tutti quelli che ancora non l'hanno giocato.

Considerazioni OSP

Shz Pro: gestionale duro e puro a cui è possibile far giocare anche chi è poco avvezzo a titoli del genere. Buona rigiocabilità con interazione indiretta dei giocatori che si sente molto. Contro: con più di 4 giocatori i tempi di attesa tra un turno ed un altro si allungano notevolmente. Voto:9,5
Kivan Pro: la grande varietà di azioni utili e la possibilità di avere sempre un grande ventaglio di strategie da poter seguire Contro: l'interazione indiretta tra giocatori non è tra le mie preferite, anche se si sente molto Voto: 8,5
Elyon Pro: ambientazione e qualità dei materiali. La meccanica di gioco, simile ad agricola, mi piace. La costruzione di una fattoria nanesca con caverna abbinata ha sempre il suo fascino Contro: essere la versione estesa di agricola con l'aggiunta di miniere e spedizioni, a cui però continuo a preferire il primo. Come la maggioranza dei giochi di questo tipo, da 5 giocatori in su diventa lungo Voto: 9,5
Dinin Pro: gestionale completo, Uwe Rosenberg è sempre una garanzia! Contro: potrebbe mertitarsi un 10 ma quello lo riserverò ad Agricola Voto: 9,5


Ticket to ride Europa



Vincitore: Shz




Anno di pubblicazione: 2013
Giocatori: 2-5
Tempo medio a partita: 40/80 minuti
Categoria: treni, mappe, collegamenti.
Meccaniche: pesca e gestione mano carte, costruzione.
Dipendenza dalla lingua: nessuna parola nel gioco
Consigliato a: chi ama viaggiare e a chi vuole passare una serata leggera in compagnia degli amici.

Considerazioni OSP

Shz Pro: gioco leggero e semplice nelle regole ma con una grande profondità. Contro: Alea nel trovare i colori giusti che può farsi sentire. Voto: 8,5
Red Pro: regole semplici, profondo quanto basta. Contro: difficile avere la meglio contro chi ci ha già giocato. Voto: 8,5 ciuf! Ciuf!
Schamil Pro: simpatico gioco veloce e semplice con la possibilità di darsi fastidio tra i giocatori. Contro: nonostante non lo sia grazie all'ampia varietà di tratte il gioco può sembrare sempre uguale a se stesso. Voto: 9

Puerto Rico


Vincitore: Shz




Anno di pubblicazione: 2002
Giocatori: 2-5
Tempo medio a partita: 80 minuti
Categoria: commercio, agricoltura, periodo coloniale, strategia
Meccaniche: scelta delle azioni con bonus, ordine variabile delle azioni
Dipendenza dalla lingua: moderato. Presenza di parole nel gioco
Consigliato a: chi ama i classici che non tramontano mai e a chi piace la strategia a livelli quasi scacchistici.

Considerazioni OSP

Shz Pro: strategico per eccellenza, con le espansioni anche molto longevo Contro: set up lungo con possibilità di compiere errori. Voto: 8,5
Red Pro: Tattico, possibilità di imporsi con strategie differenti ugualmente vincenti Contro: se non esperti alcune strategie sono più immediate e forti, difficile vincere con chi già conosce il gioco. Voto: 7,5 ma è caffè o tabacco?.
Schamil Pro: mi piace l'ambientazione, veloce, completo e con interazione tra i giocatori che si sente molto ma mai invadente Contro: avvolte un po' meccanico. Voto: 9


7 Wonders


Vincitori: Red; Shz; Red





Anno di pubblicazione: 2010
Giocatori: 3-7
Tempo medio a partita: 30 minuti
Categoria: gioco di carte, costruzione, storico
Meccaniche: draft delle carte, simultanea fase delle azioni.
Dipendenza dalla lingua: nessuno testo nel gioco.
Consigliato a: chi piace il draft puro e le ambientazioni fantastiche delle epoche passate.

Considerazioni OSP

Shz Pro: veloce, regole non troppo complesse e grandissima rigiocabilità anche nella stessa serata. Contro: interazione nulla o prossima allo zero tra i giocatori che non sono accanto. Possibilità di essere avvantaggiato se chi hai accanto non ha una pari conoscenza del gioco. Voto: 8
Red Pro: le carte, la varietà di approcci possibili. Bella l'ambientazione. Contro: menare (il militare) rende sempre bene. Se non viene controllato il gioco si favoriscono inutilmente gli altri giocatori. Voto: 8 ma se non counterpikki!!
Schamil Pro: veloce, vario, il fascino del draft e del levare le carte all'avversario. Riempe molto bene una serata tra amici Contro: con più di 4 giocatori il gioco soffre un po' di interazione con chi ti sta lontano. Voto: 9
Paforimopo Pro: Vedere crescere la propria città ad ogni era. L'ambientazione. Contro: la fase militare, sei sempre costretto a tenerne di conto e se uno non lo fa regala molti punti ai vicini difficilmente recuperabili. Voto: 8

Indice di gradimento OSP

Ed ecco la classifica finale di gradimento OSP con tutti i titoli giocati nella Winter cup.

1) Caverna: il popolo delle montagne
2) Ticket to Ride Europa
3) Dominion
4) Lewis & Clark
5) 7 Wonders
6) Puerto Rico
7) Coup
8) The castle of Burgundy
9) Super Motherload
10) Archipelago
11) Race for the Galaxy
12) Orléans
13) Scythe
14) Guillottine
15) Historia
16) Saboteur
17) 8 Minuti per un Impero

Considerazioni finali

La OSP Winter Cup è secondo me un modello da esportare.
Perché? Beh! Perché mi ha dato la scusa per trovarmi con i miei amici.
Perché le sfide ludiche avvicinano. Perché è "intelligente", parola abusata e che in questo caso viene anche dopo un'altra, e cioè "divertente".
Perché può essere sorprendente: vedere il tanto acclamato Scythe così in basso nella nostra classifica di gradimento un po' mi ha sorpreso; come mi ha sorpreso vedere un manipolo di persone con molti impegni nella vita quotidiana, riuscire a trovare il tempo sacrificando anche qualche preziosissima ora di sonno per cercare di vincere una partita e il tutto solo per arrogarsi il lusso di sbeffeggiare gli altri. Si! Giocare ai giochi da tavolo è avvincente e divertente.
Diventando un pochino più tecnici, posso dire che tutti i titoli provati sono più che degni di far parte di qualsiasi collezione. Il gioco ultimo classificato tra i 17 mostrati, 8 minuti per un impero, ha soltanto il difetto di essere un filler che, incredibile ma vero, ha trovato tutti d'accordo sul reputarlo veramente troppo veloce, facendocelo sembrare incompleto. Continuando in ordine sparso possiamo trovare veramente di tutto: giochi di civilizzazione, gestionali più o meno complessi, strategici e giochi di carte. Ambientati nello spazio, nel futuro, storici, in un mondo fantasy o astratto. Forse, se escludiamo i cooperativi, mancano i giochi di guerra vera e pura ma di cui sono sicuro ci rifaremo nella spring cup.
Spero proprio di aver invogliato anche altri ad organizzare un torneo tra amici, non importa avere decine di titoli per iniziare basta averne un paio, magari mettendo in palio un bel pezzo di prosciutto crudo (se lo fate chiamatemi) o come abbiamo fatto noi, soltanto un mero titolo.
Ciao a tutti e alla prossima sfida.

Stay tuned Stay al GdT.

OSP Lorenzo "Shazzy" Pretini.