sabato 25 marzo 2017

OSP Gran Prix Vol. 2


OSP Winter Cup Vol. 2

Eccoci qua con la seconda parte dei giochi provati nella OSP Winter Cup, in questo articolo troverete ben sette titoli. Vi aspetta una carrellata molto varia con omini reclutati direttamente da sacchetti oscuri, sabotaggi minerari, corse incontrollate nello spazio, teste sorridenti che rotolano sul pavimento e tutto cercando di rendere migliore qualche ipotetico mondo. l'importante è che ogni volta venga decretato un vincitore e che dopo possa allegramente bullarsi degli altri. (amichevolmente eh! Che qualcuno avvolte può prendersela).
Ora non perdiamo più tempo in inutili chiacchiere ed iniziamo con il proporli seguendo l'ordine cronologico di apparizione sui nostri tavoli dando per ognuno le nostre insindacabili considerazioni.

Saboteur
Vincitore: Red


Anno di pubblicazione: 2013
Giocatori: 3-10
Tempo medio a partita: 30 minuti
Categoria: bluff, esplorazione, carte, party game.
Meccaniche: piazzamento tessere, alleanze.
Dipendenza dalla lingua: indipendente dal linguaggio.
Consigliato a: famiglie e gruppi numerosi, giocatori occasionali e non.

Considerazioni OSP

Shonte. Pro: molto divertente e spensierato. Contro: la dea bendata sul pescaggio carte si fa molto sentire tanto da costringerti a volte a "non giocare". Voto: 7
Red Pro: Veloce, semplice da giocare e da spiegare. Contro: Alcuni giocatori potrebbero rimanere tagliati fuori dopo la prima partita a causa del sistema di punteggio (il gioco si compone di tre partite). Voto: 7 i nani malefici.
Schamil Pro: interazione tra i giocatori e il bluff Contro: il sistema delle più partite che sinceramente non mi ha colpito. Voto: 7
Elyon Pro: breve e facile da imparare Contro: un po' ripetitivo quando si fanno più partite. Voto: 7,5
Dinin Pro: veloce immediato e adatto a tutti Contro: nonostante i ruoli coperti è difficile bluffare, molto casuale, difficile riprendere chi sta in testa Voto: 6,5


Guillottine
Vincitore: Elyon




Anno di pubblicazione: 1998
Giocatori: 2-5
Tempo medio a partita: 30 minuti
Categoria: carte, humor, party game.
Meccaniche: azioni limitate.
Dipendenza dalla lingua: moderato uso di testo.
Consigliato a: chi vuole farsi qualche risata con un gioco dall'humor raffinato, veloce e brillante.

Considerazioni OSP

Shonte. Pro: gioco equilibrato e veloce, il giocarci ancora quindici anni dopo. Contro: il gioco si basa molto sulla conoscenza delle carte. Voto: 8,5
Red Pro: ci giocavo già quindici anni fa, carino e veloce, si spiega facile anche ai neofiti Contro: un gioco che taglia la testa alla nobiltà non ha difetti. L'inglese avvolte risulta incomprensibile per chi non padroneggia bene la lingua. Voto: 7 il gioco della tradizione OSP.
SchamilPro: veloce e leggero per una sera in tranquillità. Si gioca bene anche con il massimo dei giocatori possibili Contro: le partite possono assomigliarsi molto l'una all'altra. Voto: 8
Elyon Pro: Carina l'ambientazione e l'ironia delle carte, una partita risulta molto piacevole Contro: un giochino senza infamie particolari, ma anche senza troppe pretese. Voto: 8
Dinin Pro: filler divertente, gli effetti dei personaggi e delle carte sono pensate molto bene Contro: alcune carte sono difficili da comprendersi e fermano il ritmo del gioco. La carta giusta al momento giusto può essere vincente Voto: 7


The castle of Burgundy
Vincitore: Dinin


Anno dipubblicazione: 2011
Giocatori: 2 - 4
Tempo medio a partita: 60 minuti
Categoria: medievale, astratto.
Meccaniche: dadi; piazzamento tessere.
Dipendenza dalla lingua: nessuna dipendenza.
Consigliato a: più o meno tutti, è un gioco da rispolverare in ogni situazione.

Considerazioni OSP

Shz Pro: strategia e capacità di massimizzare quel che si ha portata ad altissimi livelli. Nonostante i dadi l'alea è molto mitigata. Contro: grafica spartana e totale assenza di ambientazione. Voto: 8,5
Red Pro: strategico, divertente, abbastanza vario da conferirgli un'alta rigiocabilità Contro: grafica discutibile. Voto: 8,5 lo sapete che ci sono due lati della plancia?.
Schamil Pro: non riesco a trovare qualcosa che realmente mi ha preso di questo gioco, non il mio genere. Contro: grafica e meccaniche che non mi coinvolgono. Voto: 6,5
Dinin Pro: gestionale che riesce, nonostante l'uso costante del dado, a non essere mai casuale Contro: se giocato con penatori ed in 4, il tempo tra un turno e l'altro può essere elevato Voto: 8,5


Race for the galaxy
Vincitore: Dinin



Anno di pubblicazione: 2007
Giocatori: 2-4 (fino a 6 con le espansioni)
Tempo medio a partita: 60 minuti
Categoria: gioco di carte, futuristico/spaziale.
Meccaniche: pescaggio carte; selezione contemporanea delle azioni; gestione della mano.
Dipendenza dalla lingua: qualche parola in gioco, bassa dipendenza.
Consigliato a: chi piace i giochi di strategia, il frusciare delle carte in mano, ambientazioni futuristiche e spaziali.

Considerazioni OSP

Red Pro: buono il sistema di gestione risorse, vario, bella l'ambientazione Contro: si deve conoscere le carte, avvolte un po' macchinoso. Voto: 7,5 ah! Ma non è San Juan.
Kivan Pro: bella l'idea della costruzione con le carte. Non banale e mitighi la pescata con un alto pescaggio Contro: nonostante tutto l'aleatoreità si fa sentire. Voto: 7,5
Elyon Pro: gioco scorrevole e anche se la prima partita può risultare un po' caotico, con il rigiocarci ci si addentra facilmente nelle meccaniche. La grande quantità di carte che gli dona varietà (con espansioni). Durata contenuta e visto il tipo di gioco è un gran pregio. Contro: Caotico nelle prime partite, meccaniche avvolte un po' macchinose. Voto: 8,5
Dinin Pro: veloce senza compromettere il lato strategico/gestionale. Una partita tira l'altra Contro: aggiungendo le espansioni aumentano le strategie, ma anche l'alea della pescata Voto: 8

Archipelago
Vincitore: Dinin


Anno di pubblicazione: 2012
Giocatori: 2-5
Tempo medio a partita: 50 minuti a giocatore
Categoria: civilizzazione, esplorazione, politica, strategico.
Meccaniche: controllo territorio, piazzamento tessere, piazzamento lavoratori, scambi, speculazione.
Dipendenza dalla lingua: bassa dipendenza, alcune parole nel gioco.
Consigliato a: chi adora stare al tavolo confrontandosi con titoli che mettono alla prova le proprie capacità logiche, chi ama l'ambientazione colonica e a chi non dispiace avere molta carne a fuoco in un solo titolo.

Considerazioni OSP

Red Pro: il gioco offre molte varianti di cui tenere conto, strategico Contro: inutilmente lungo, finale che arriva a sorpresa, rischio di perdere inutilmente i turni nel piazzamento delle tessere Voto: 6,5 Cosa? È finito così?
Kivan Pro: bel gioco gestionale con tanti fattori da considerare, compreso l'imprevedibilità. Contro: la difficoltà di ottimizzare il punteggio finale per l'arrivo improvviso della fine del gioco. Voto: 7,5
Schamil Pro: moltissime cose da fare e moltissime cose a cui pensare, bella la grafica e l'ambientazione. Contro: finisce veramente male e poco controllo sugli avversari. Voto: 9
Elyon Pro: un gradevole mix di posizionamento, commercio e gestione risorse. L'assegnazione dei punti vittoria e la condizione di fine gioco; il fatto che per collezionare i punti ci sia un solo obbiettivo comune ed uno per ogni giocatore, noto solo a lui ma valido per tutti, con una condizione di fine partita. Questo rende il gioco molto strategico, dove ognuno cerca di capire l'obbiettivo dell'avversario ed allo stesso tempo cerca di non far capire il proprio. Contro: il quantitativo di regole da sapere è molto importante e la presentazione lo fa sembrare più complesso di quello che sembra. Se si sceglie la modalità partita lunga, è veramente mooolto lunga. Voto: 8,5
Dinin Pro: gestionale completo e non banale (nonostante le regole base non siano complesse) Contro: molto lungo se giocato in 5, il finale a sorpresa a molti può non piacere. Impossibile mettere in crisi l'arcipelago. Voto: 8


Orléans
Vincitore: Elyon

Anno di pubblicazione: 2014
Giocatori: 2-4
Tempo medio a partita: 120 minuti
Categoria: viaggio, medioevo, strategico.
Meccaniche: posizionamento tessere, movimento plancia, bag draw.
Dipendenza dalla lingua: nessun testo nel gioco.
Consigliato a: chi ama i giochi strategici un pochino più leggeri e fluidi ma sempre molto profondi ed intriganti.

Considerazioni OSP

Red Pro: strategico e offre molte varianti per riuscire a vincere Contro: il percorso delle merci se non controllato diventa determinante per la vittoria . Voto: 7,5 Orlìns.
Elyon Pro: regole contenute e di facile memorizzazione, carino il modo con cui si assumono e poi si dispongono i lavoratori Contro: sebbene il "pescaggio dal sacchetto" mi piaccia, si ha poco controllo su quello che si trova dentro. Voto: 8
Dinin Pro: la meccanica dei personaggi nel sacchetto è molto bella, la fase di pianificazione contemporanea ne diminuisce molto il tempo di gioco Contro: dopo tutte le partite che ci ho fatto il controllo sui personaggi è parziale, di conseguenza, a volte troppo casuale Voto: 8


Historia

Vincitore: Shz



Anno di pubblicazione: 2014
Giocatori: 1-5
Tempo medio a partita: 30 minuti a giocatore
Categoria: civilizzazione.
Meccaniche: Controllo territorio, selezione simultanea di azioni, sviluppo.
Dipendenza dalla lingua: indipendente dalla lingua.
Consigliato a: chi ama i giochi di civilizzazione di stampo german.

Considerazioni OSP

Shz Pro: meccaniche di gioco molto ben congeniate ed accattivanti, nonostante il buttarsi maggiormente sul lato bellico inizialmente sembri migliore, ben presto ci si accorge che ogni strada praticabile è ben equilibrata. Contro: lungo, estremamente lungo con sicuri problemi di analisi paralisi se avete al tavolo chi ne soffre, allungando ancora di più la durata e l'agonia del gioco a partita inoltrata. Grafica non eccezionale. Voto: 7
Red Pro: interessante il piano di sviluppo a matrice, buona la caratterizzazione delle civiltà e dei poteri. Contro: brutto graficamente, non bilanciato, alcune regole discutibili, retro delle carte sbagliato (almeno nella nostra versione) Voto: 6 c'è da menare?
Schamil Pro: il sistema di scelta delle azioni. Contro: il fatto che non mi sia rimasto molto impresso credo dica molto. Voto: 6,5
Elyon Pro: mi piace molto l'ambientazione del gioco, le meccaniche mi intrigano molto e mi va di rigiocarlo Contro: la grafica lascia un po' a desiderare. Voto: 9 con riserva, voglio dargli fiducia.
Dinin Pro: la griglia guerra/ricerca rende bene l'idea dello sviluppo della civiltà. Non è facile trovare un gioco di civilizzazione completo e allo stesso tempo "semplice" come questo Contro: alla prima partita scegliere di buttarsi sulla guerra rende molto di più che scegliere la ricerca. Molto lungo in 4 o più Voto: 7,5

Indice di gradimento OSP

Ecco a voi l'indice di gradimento OSP aggiornato con i titoli sopra descritti.

1) Dominion
2) Lewis & Clark
3) Coup
4) The castle of Burgundy
5) Archipelago
6) Race for the Galaxy
7) Orléans
8) Scythe
9) Guillottine
10) Historia
11) Saboteur

Stay tuned Stay al GdT.

OSP Lorenzo "Shazzy" Pretini.